fbpx

A seguito del recente articolo pubblicato su Alqamah dal titolo il flop della tassa di soggiorno a Castellammare del Golfo, abbiamo voluto approfondire la vicenda, e, in effetti, pensiamo ci sia qualcosa che non quadri, visto che il gettito dell’imposta di soggiorno ad oggi maturato è di appena 80mila euro.

Abbiamo pertanto elaborato un’interpellanza, che verrà discussa al punto n.7 del prossimo Consiglio Comunale convocato per giorno 16 Ottobre 2014 alle ore 18… a naso ci sembra l’ennesima occasione sprecata per mancanza di coraggio di questa Amministrazione, ma preferiamo attendere le risposte in Consiglio Comunale prima di esprimerci in pieno sulla vicenda!!

Di seguito riportiamo il testo dell’interpellanza:

Oggetto: Chiarimenti sull’ammontare del gettito conseguente all’introduzione dell’imposta di soggiorno sul territorio di Castellammare del Golfo, e predisposizione di uno specifico regolamento sull’imposta di soggiorno, per le unità abitative ammobiliate ad uso turistico

Premesso

  • Che con delibera di giunta del 19 Novembre 2013, codesta amministrazione si è impegnata a sostenere sul piano economico-finanziario l’accordo di co-marketing sottoscritto a sostegno dello sviluppo dello scalo aeroportuale di Trapani/Birgi, per un ammontare complessivo pari ad euro 120.000 (centoventimila/00) annui;
  • Che a copertura dell’impegno finanziario assunto, si è decisa l’introduzione dell’ imposta di soggiorno sul territorio comunale, con il relativo regolamento approvato con deliberazione c.c. n.15 del 19/02/2014 (emendato).

Considerato

  • Che l’ammontare complessivo del gettito aggiornato alla data del 15 Settembre 2014 (termine di scadenza per il versamento del secondo trimestre Giugno/Luglio/Agosto 2014), risulta pari ad euro 80.045,75 (ottantamilazeroquarantacinque/75);
  • Che mancano da rendicontare i soli mesi di Settembre e Ottobre 2014, di conseguenza risulta verosimilmente impossibile raggiungere la somma pattuita di euro 120.000 (centoventimila/00).

Tutto ciò premesso e considerato, gli scriventi, interpellano codesta Amministrazione su i seguenti punti:

  1. Sull’ammontare complessivo introitato al 15 Settembre 2014, euro 80.045,75, si desidera conoscere in dettaglio a quanto ammonta il totale delle somme versate dalle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, e quanto invece risulta versato dalle unità abitative ammobiliate ad uso turistico, le quali all’ART.1 del regolamento approvato dal c.c. (PRESUPPOSTO DELL’IMPOSTA), risultano specificatamente identificate tra i soggetti preposti al versamento dell’imposta di soggiorno per conto dei propri ospiti;
  2. In ottemperanza al comma 2 dell’ART.6 del regolamento (OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE), si chiede, con quale atto deliberativo è stato identificato l’ufficio comunale preposto alla ricezione delle copie di cessione di fabbricato, (o altra comunicazione), da parte dei proprietari delle unità abitative ammobiliate ad uso turistico, e numericamente, quante comunicazioni risultato ad oggi pervenute all’ufficio comunale identificato;
  3. In ottemperanza all’ART.8 del regolamento (DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ACCERTAMENTO), quali sono le attività di accertamento che sono state poste in essere da codesta amministrazione, e a quanto ammonta il totale delle eventuali sanzioni che sono state combinate ai trasgressori del regolamento;
  4. In caso di mancato raggiungimento della somma di euro 120.000 (centoventimila) da quali capitoli si intendono prelevare le somme residue a copertura dell’impegno finanziario assunto nell’accordo di co-marketing sottoscritto;
  5. Alla luce dell’applicazione soltanto parziale del regolamento e, di conseguenza, dei deludenti risultati conseguiti, si chiede infine, se è intendimento di codesta amministrazione, prendere in esame eventuali strumenti suppletivi (quali ad esempio regolamenti ad hoc per le unità abitative ammobiliate ad uso turistico), per una chiara regolamentazione delle procedure di recupero del gettito su tali tipologie di strutture, al fine di garantire introiti certi alle casse comunali, ed utilizzare le maggiori entrate per il reale potenziamento dei carenti servizi turistici della nostra destinazione.

Pin It on Pinterest