fbpx

Noi ragazzi di Cambiamenti prendiamo molto sul serio il Consiglio Comunale. Da quando poi due di noi sono seduti in quei banchi ci sentiamo tutti molto, molto coinvolti.

Così non solo ci organizziamo in gruppi di lavoro e, assieme ai consiglieri, studiamo atti, regolamenti e leggi (rompendo le scatole a chiunque), ma tentiamo anche di essere presenti in aula.
Il Consiglio comunale è qualcosa di molto serio, ma parteciparvi a volte può essere anche divertente.
Ascoltando con attenzione le proposte in discussione (ben sedici tra interpellanze, mozioni e regolamenti vari) sono venute fuori delle chicche simpatiche che non potevamo non raccontarvi.
Per esempio, riguardo il 1° punto (interpellanza sull’aumento di retribuzione al Segretario Generale), lo sapevate che la legge 190 del 2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e della illegalità nella Pubblica Amministrazione) “provoca meccanismi perversi… tali, per esempio, da attribuire al garante anticorruzione le stesse responsabilità del corrotto”? Noi no. Ma fortuna che il Sindaco ce lo ha detto, motivando anche così l’aumento.
E quando ad un nostro consigliere è venuto in mente di chiedere delucidazioni in merito alla programmazione per la prossima estate (visto che il Natale non è stato proprio un successone) la risposta, con tenore giustificativo, è stata che il castellammarese per sua natura a partire da fine agosto\settembre non esce più di casa.
Abbiamo scoperto però che è stato emesso un bando che invita gli operatori del settore a fare delle proposte e che il comune punterà su 2/3 eventi “più grossi” e poi una serie di eventi di supporto, uno dei quali proposto dalla Commissione Pari Opportunità in collaborazione con la rivista Rakam, sul ricamo. Così giusto per ricordare alle donne cosa devono fare… o forse è riservato ai maschietti, chi lo sa?! Comunque a noi il ricamo piace, l’abbiamo pure proposto tra i corsi di Unicambiamenti. Ah, a proposito, cara Assessore, non vorremmo destabilizzarla nelle sue certezze, ma sappia che ci sono in giro circa 300 curiosi esemplari di castellammaresi iscritti ai nostri corsi del II trimestre di UniCambiamenti, che escono di mattina, di pomeriggio e perfino di sera, dal lunedì al sabato e in pieno inverno! Mha, non ci sono più i castellammaresi di una volta!
Poi passando da una mozione all’altra arriviamo al regolamento sui chioschi. Noi ingenuotti cambiamentisti alla prima esperienza in consiglio, pensavamo che si trattasse di regolamentare sulle strutture precarie dove è possibile vendere qualcosa, cosi abbiamo sguinzagliato i “Renzo Piano de noartri” [cit. Presidente del Consiglio] per proporre le nostre idee su come debbano essere fatti questi benedettissimi chioschi. Ore ed ore passate a meditare su altezza e materiali, e invece no. La faccenda era molto più seria di questa: ruolo del Consiglio, rapporti tra maggioranza e opposizione, il comportamento in politica, come se stessimo parlando della fame nel mondo; conclusione: ad essere coerenti siamo diventati ruota di scorta, pazienza ci vuole!
Si fa mezzanotte, fine 1° round, ci si rivede mercoledi 19 febbraio.
Il Consiglio si apre con la lettera di San Valentino scritta dal Capogruppo PD ai suoi colleghi di partito: un grande amore reciproco!
E dopo una discussione interminabile sul regolamento della tassa di soggiorno e dell’altro regolamento, che forse a molti non interessava (sul servizio di assistenza per l’autonomia e la comunicazione di alunni con disabilità), il Consiglio si è chiuso.

Pin It on Pinterest