fbpx

Dall’Assemblea Cittadina del 25.09.2014 sono emersi i seguenti punti:

  1. L’ordinanza sindacale sulla pulizia dei terreni è stata fatta rispettare in modo molto parziale e ampie parti di territorio non sono state controllate. I dati presentati risultavano imprecisi e quanto meno vaghi.
  2. L’Amministrazione non è al corrente dello stato delle indagini sugli incendi del 24 e 29 giugno di Scopello e Inici e non sembra intenzionata ad acquisire informazioni in merito.
  3. In generale è emersa una preoccupante sottovalutazione del problema degli incendi. Sono stati minimizzati sia l’entità dei danni che il numero dei roghi i quali, in realtà, sono stati a oggi ben48 (senza contare i tentativi sventati) e hanno provocato la distruzione di circa 811 ettari di bosco. Un record assoluto per il territorio.
  4. Niente è stato detto a proposito di misure di prevenzione specifiche quali, ad esempio, l’installazione di un sistema di videosorveglianza nei punti sensibili.
  5. Si è insistito molto sull’importanza della sensibilizzazione delle fasce giovanili della cittadinanza senza però fissare un obiettivo e una strategia specifici.
  6. Tuttavia, su nostra sollecitazione, il sindaco si è impegnato a fornire la mappatura di tutti i terreni privati ubicati a bordo strada o confinanti con aree boschiveentro il mese di dicembre per essere pronti a far scattare la sanzione contro chi a fine aprile non avesse ancora effettuato la bonifica.

Altro impegno assunto dal sindaco riguarda la rielaborazione di un piano d’emergenza in caso di calamità naturali, considerato che quello attuale si è rivelato fallimentare.

Su tutti questi punti il Coordinamento vigilerà e chiederà riscontri periodici, continuando al tempo stesso la campagna di sensibilizzazione della cittadinanza a partire dalle scuole!

Pin It on Pinterest