fbpx

A pochi giorni dall’inizio della scuola, ancora niente strisce pedonali davanti gli edifici scolastici.

Tra lunedì e martedì avranno inizio le lezioni in tutte le scuole di Castellammare e davanti gli edifici scolastici mancano le dovute strisce pedonali. Non è corretto, non è rispettoso, ma soprattutto è molto rischioso per i ragazzi, piccoli e grandi, che attraversano la strada proprio lì davanti. Se ci pensiamo bene parliamo di strisce pedonali, non di chissà che cosa, parliamo di cose che nelle altre città sono di normale amministrazione. Qui è tutto più complicato, anche le cose semplici diventano montagne insormontabili… chissà perché!

Chissà perché non si provvede alla pulizia delle aree esterne e dei giardini degli edifici scolastici, soprattutto quelle delle scuole dell’infanzia e primarie e non dare la possibilità ai bambini di trascorrere qualche ora all’aperto? Perché non si provvede a sistemare l’area davanti l’ingresso di Villa Olivia che fra qualche giorno sarà invasa dagli studenti pendolari frequentanti l’Istituto Mattarella – Dolci?

Basta poco, qualche panchina e qualche tettoia per garantire un po’ di confort ai ragazzi che scelgono le scuole del nostro comune.
Al Sindaco e agli Assessori anche se i bambini o i pendolari non portano “voti” meritano il nostro rispetto e la dovuta attenzione.
Vogliamo crederci ancora una volta anche noi, noi che scommettiamo sul futuro del nostro paese, noi che investiamo sui bambini e sui giovani, sì, noi che i capelli sono sbiaditi come l’entusiasmo, noi che per Dante avrebbe potuto scrivere ad hoc l’incipit del III canto dell’Inferno, noi che, quando Renzi parla di «un’Italia che tornerà a essere custode della straordinaria bellezza», l’unica cosa che possiamo fare è sperare che questa “bellezza” non somigli, ancora una volta, a quella di Paolo Sorrentino!

Pin It on Pinterest