fbpx

Domenica a Marsala si è svolta una festa a cui hanno partecipato Bellezza, Cambiamento, Creatività, Etica, Integrazione, Legalità, Merito, Morale e Resilienza. I portavoce sono stati soprattutto i giovani del nostro territorio che si sono succeduti, uno dopo l’altro, per raccontare la loro idea di Politica con la “P” maiuscola, con convinzione e coraggio, con spontaneità e tanto desiderio di partecipazione.

I movimenti rappresentati, ognuno con una propria storia diversa, sono uniti tutti dallo stesso modo di immaginare il futuro e dallo stesso spirito di cambiare le cose; insieme hanno intrapreso un percorso con l’obiettivo di creare una rete dal basso, in grado di elaborare progetti coinvolgendo giovani competenti e valorizzando la bellezza del territorio e di chi lo ama.

Sin da subito si è voluto sottolineare che non si tratta di un’operazione elettorale o di un nuovo partito, ma semplicemente di un reale e concreto tentativo di cambiare la provincia di Trapani e la Sicilia.

La struttura della rete si fonda su una governance, costituita dai rappresentanti dei movimenti fondatori, con compiti di direttivo: Cambiamenti di Castellammare, ABC di Alcamo, Cambia Petrosino, Associazione Peppino Impastato di Salemi, LBP di Marsala, un collettivo di cittadini liberi di Gibellina. Ad oggi Network non ha coordinatori né altri riferimenti se non i componenti dei movimenti che ne fanno parte; inoltre, le competenze presenti si sono già organizzate in gruppi di lavoro al fine di rendere efficace ed efficiente l’operato dell’intera rete.

Ancor prima della presentazione diversi gruppi si sono spontaneamente avvicinati al progetto ed hanno voluto condividere la loro esperienza durante l’evento, tra questi Trapani per il Futuro, Cambiamenti di Pachino e un collettivo di cittadini liberi di Marsala.
Nessuno sconforto per le città che non sono state rappresentate: già a poche ore dalla prima uscita ufficiale, sono varie le manifestazioni di interesse che provengono da ogni parte di una Sicilia dove i giovani ci sono e non vogliono più restare a guardare.

Pin It on Pinterest