fbpx

“LA CULTURA SERVE A NON SERVIRE” così UniCambiamenti, l’università popolare di Cambiamenti, inaugura il 3° anno accademico 2015/16, sabato 7 novembre alle ore 17:00 presso l’aula consiliare di Castellammare del Golfo.

La convinzione è che a tavola, a scuola, in libreria, al lavoro e in ogni aspetto della vita sociale la politica venga trasformata e nutrita dalla cultura di un territorio, dal rispetto e la valorizzazione di tutte le sue complessità e opportunità e che soltanto la consapevolezza e la partecipazione attiva possono cambiare le cose.

Quanto più è vicina e fedele alla verità, la cultura serve la comunità perché cresca, sia unita, felice, superi ostacoli e barriere che la impoveriscono nel suo impegno per se stessa e rispetto per gli altri e rende gli uomini liberi e consapevoli, incapaci di servire qualsivoglia potere.

La giornata prevede un programma articolato e gradevole anche per la presenza di ospiti, musica e filmati a partire dalle ore 17:00.

Presentazione dei corsi attivi nel primo trimestre: giornalismo; lingua e cultura siciliana; fotografia; turismo e web; conversazioni in lingue: inglese e spagnolo; lingua russa; educazione alimentare; cake design; yoga; cucina; con la gentile presenza dei docenti e del materiale informativo.

Videodocumento delle attività svolte nei primi due anni.

Ospiti, musica col sassofonista Tommaso Miranda, aperitivo.

Apertura delle iscrizioni.

Lo scrittore e giornalista Enzo di Pasquale intratterrà una conversazione con gli ospiti Simonetta Margheriti (insegnante di lingua italiana presso le ambasciate diplomatiche a Roma) autrice del libro “La confusione regna sovrana” e Vincenzo Lunetta executive chef (al fianco dei più grandi chef del mondo, dopo 40 anni ritorna in Sicilia), che nell’ambito del proprio lavoro hanno declinato alcune caratteristiche della voce cultura secondo le urgenze e le emozioni scaturite dalle loro esperienze e relazioni: valore del territorio nei suoi cibi profumati e saporiti perché genuini, che raccontano storie di luoghi, di terra e di rispetto delle stagionalità, della sacralità che c’è nella madre natura…. valore dell’insegnamento delle lingue come punto di partenza per costruire un ponte tra le diverse culture, per aprirsi agli altri, per superare gli stereotipi, per non isolarsi…

Le iscrizioni saranno aperte da subito e proseguiranno online e presso la sede dell’associazione in corso Garibaldi 158, secondo le modalità riportate sulle brochure informative.

Pin It on Pinterest