fbpx

In seno al Consiglio Comunale svoltosi ieri, subito dopo la votazione e approvazione del regolamento comunale per l’installazione di chioschi per attività commerciali, alcuni esponenti dell’opposizione hanno voluto rivolgere, in maniera velata ma al contempo netta, un’accusa di carattere squisitamente politico ai due consiglieri di CambiaMenti, Vitalba Labita e Stefano Cruciata, “rei” di aver votato congiuntamente alla maggioranza per l’approvazione del suddetto regolamento, che è passato nonostante l’astensione dei 3 consiglieri di maggioranza del PD presenti in aula al momento della votazione (Coppola, Maltese, Blunda).

Intendiamo ribadire, qualora ve ne fosse bisogno, come già fatto peraltro dal nostro capogruppo ieri in aula, che Cambiamenti è, e rimane, una forza di opposizione, ma che ciò non comporta il voler essere contrari a priori nei confronti delle proposte provenienti dall’Amministrazione o dalla maggioranza. Poiché l’obiettivo primario di Cambiamenti, come dovrebbe essere per tutte le forze politiche presenti in Consiglio, è operare nell’interesse di tutti i i castellammaresi, le valutazioni sugli atti posti all’attenzione del Consiglio verranno fatte singolarmente, votando a favore delle proposte condivise e ritenute valide, come successo ieri, oppure votando in maniera contraria o astenendosi, ove tali proposte non vengano condivise o presentino criticità.

Il regolamento in questione è stato oggetto di un profondo studio da parte dei nostri consiglieri, coadiuvati dal gruppo urbanistica di Cambiamenti, studio che ha prodotto una serie di emendamenti migliorativi che sono stati, peraltro, condivisi dalla III e dalla IV Commissione. La scelta di votare per l’approvazione del regolamento, dunque, si ispira ad una logica di coerenza, a differenza di quella operata dai colleghi di opposizione, che hanno prima dato parere favorevole al regolamento in commissione, per poi decidere di non approvarlo in Consiglio.

Cambiamenti e i suoi consiglieri non si ritengono la “ruota di scorta” di nessuno, né del Sindaco né della maggioranza , e continueranno a lavorare ed agire per il bene del paese e della collettività, restando totalmente al di fuori da giochetti politici che, come tali, lasciano il tempo che trovano e non rientrano assolutamente nella nostra idea di politica.

Pin It on Pinterest