fbpx

Si è svolta domenica 8 giugno la festa di chiusura del 1° anno accademico di UniCambiamenti, l’Università popolare per Castellammare del Golfo voluta dall’associazione Cambiamenti.

La manifestazione si è protratta tutto il pomeriggio, fino a sera nel centro storico di Castellammare. I numerosissimi ospiti hanno potuto intrattenersi tra una carrellata di disegni realizzati dai bambini sul tema “Colora la Felicità” e la suggestiva esposizione di fotografie “Il Cantico delle Creature” installata lungo la scalinata Crociferi; tra la visione del divertentissimo video “happy..?” e l’attesissima e acclamata degustazione culinaria; tra le rime dei poeti dialettali e le belle tele dei pittori locali mentre, in continuità con i corsi di italiano per stranieri si è voluto proporre un momento di riflessione sulla questione dei migranti e del loro carico drammatico di vita, speranza e morte, con la proiezione del film documentario “Mare chiuso” di Stefano Liberti e Andrea Segre per Zalab Editore, che nel 2012 ha vinto il Premio Vittorio De Seta al Bif&st di Bari consegnato dal presidente di giuria Gianni Minà, introdotto dal prof. Paolo Arena.

La presenza dei bambini delle scuole elementari e medie, che si sono espressi creativamente sul tema “colora la felicità” ha aperto la manifestazione intrecciando col filo conduttore della felicità, dell’emozione, i diversi eventi realizzati da alcuni dei corsi ma certamente rappresentativi nell’insieme dell’intera attività accademica di UniCambiamenti: per la fotografia (corso tenuto dal fotografo Francesco di Pasquale) il tema ispirato al brano musicale di A. Branduardi il Cantico delle Creature, con percorso multimediale da seguire in applicazione qr code; per il corso di digitalvideo curato da Giovanni Navarra, il video happy…? realizzato assieme agli allievi che, sulle note del famoso brano, hanno coinvolto gente comune di Castellammare ad improvvisarsi “felici” ballerini, visibile anche su youtube; al termine una tavolata di gustosi spuntini offerti e preparati con cura ed eleganza dalle allieve del corso di cucina tenuto dallo chef Mirko Catanzaro. Ma perchè la scelta del filo conduttore della Felicità? Felicità… perchè in tutto il Creato e in ogni creatura, c’è un inno e un’attesa di felicità: nel cuore degli uomini, nella sensibilità di ciascuno così come nel paesaggio che ci circonda; nella spontaneità che emerge audace dal pennello fantasioso di un bambino o dal tratto magistrale del pittore; nello scatto fotografico che aspira a trattenere il tempo… e perfino nel dolore della felicità negata, ma sempre desiderata, a che tutti, fratelli dell’unica famiglia umana, possano vivere dignitosamente in armonia e libertà.

Infine felicità è, intrinseco e profondo, un desiderio di bene, di bellezza per questa nostra città, per i suoi abitanti e per la salvaguardia di quanto ricevuto in dono da una natura generosissima con questo territorio infinatamente bello! Tutto ciò è stato ed è il principio ispiratore di UniCambiamenti che continuerà a dare il proprio contributo in modo gioioso e costruttivo.

I corsisti di questo secondo trimestre, così come quelli del primo, hanno ricevuto gli attestati di partecipazione ai corsi, mentre i bambini hanno ricevuto in ringraziamento per la loro festosa partecipazione simpatici gadget. L’appuntamento è per il prossimo autunno.

UniCambiamenti ringrazia in modo speciale tutti i docenti che hanno offerto gratuitamente e con grande professionalità e passione il loro tempo e le loro competenze: Elena Labita (tedesco);Maria Elena Como (francese e italiano per stranieri); Maria Elena Sarcona (inglese 2); Roberto Pilara (Kraw maga); Michelangelo Russo (yoga); Cristina Martin Rubio (spagnolo);Arpana Iris Oberkersch (pilates); Vincenzo Vitale (poesia e cultura siciliana); Francesco di Pasquale (fotografia); Giovanni Navarra (digitalvideo); Luisa Bambina e Claudia Malva(gestione social); Giovanni Badamo (Pittura); Daniele Fundarò (dattilografia); Roberto Mazzara (informatica); Mirko Catanzaro (cucina); Rosalba Sarcona (Benessere Naturale); Giusy Ilenia Caleca e Rossella Mattarella (DSA Distrurbi Specifici dell’apprendimento). Ringrazia altresì tutti i circa 100 corsisti che oltre ad appassionarsi e a rendere i corsi luogo di socializzazione e di nuove amicizie, hanno anche in alcuni casi preso attivamente parte alla organizzazione materiale ed artistica delle installazioni: mostra fotografica “Il Cantico delle Creature”, digitalvideo“Happy…?” e alla realizzazione del ricettario “UniCambiamenti In Cucina“.

Unica nota dolente: peccato constatare lo stato di sporcizia e degrado della Scalinata Crociferi (e di tutte le belle scalinate di Castellammare) e quanto stridano col senso del bello i tanti, troppi muri sporchi e cadenti. La scalinata Crociferi, la mattina stessa dell’installazione, ha richiesto ore di pulizia manuale da parte dello staff di Unicambiamenti prima di poter diventare il decoroso sito di accoglienza della mostra, che poi è stato.

A tal proposito, L’associazione Cambiamenti, vorrebbe accogliere e condividere la suggestiva idea pervenuta da parte di alcuni bambini autori di bellissimi disegni che hanno immaginato una seconda vita delle loro opere che consisterebbe nel realizzare dei pannelli con i collage dei loro disegni protetti da teche di vetro, da installare sui muri e gli angoli più degradati per ridar loro un tocco di “felicità”. Si potrebbe anche aggiungere l’idea di bandire un concorso ad adozione delle scalinate, a cura di abitanti dei rispettivi quartieri, o di associazioni, o anche di singoli cittadini, che vogliano prendersi cura di una scalinata per farne luoghi di bellezza e suggestione ma soprattutto luoghi fruibili in sicurezza e decoro.

 

Pin It on Pinterest