fbpx

“…E PORCA BUTTANA…” (cit. il Sindaco a conclusione del suo intervento in C.C.)
Nella giornata di ieri 29.01.2015 si è tenuto il Consiglio Comunale durante il quale, grazie all’assist del consigliere Asaro, il Sig. Sindaco Nicolò Coppola ha avuto modo di raccontare la Verità sulla situazione riguardante il nuovo impianto di depurazione. Supportato da una dettagliata relazione fornita e congiuntamente suggerita dal Resp. III Settore LL.PP. (come nei migliori teatri), il Sindaco ha ripercorso il sofferto e tribolato iter progettuale e amministrativo del depuratore, che ha consentito alla nostra cittadina di vedere, quantomeno sulla carta, ben tre progetti:

  1. Progetto di manutenzione dell’esistente (scelta abbandonata dall’amministrazione Bresciani per ovvi motivi di decoro urbano, igiene pubblica e inadeguatezza del sito);
  2. Progetto per la realizzazione dell’impianto in caverna (troppo lungimirante per le umili menti castellammaresi);
  3. Progetto per la realizzazione dell’impianto in trincea poco distante dall’esistente (alla portata del modesto ingegno nostrano).

Cioè dopo quarant’anni di scagazzare dietro il porto siamo stati capaci di elaborare in quattro anni ben tre progetti senza realizzarne neanche uno.
Per intenderci speriamo e preghiamo che almeno uno si faccia.
Il punto tre rappresenta la soluzione ad oggi caldeggiata dall’attuale Amministrazione per cui tecnici interni ed esterni stanno lavorando alacremente. Nonostante ciò si registra un notevole nervosismo da parte del Sig. Sindaco, come se la scelta fatta dall’amministrazione Coppola – e ci sarà sicuramente un atto giuridicamente vincolante che ratifica tale scelta – non fosse ritenuta la migliore possibile. “…io l’avrei rifatto dov’è quello attuale…” disse il Sindaco.
Nervosismo che si taglia con il coltello nell’aula consiliare, con pugni sbattuti sul tavolo, sventolio di relazioni contenenti Verità assolute, linguaggio poco consono al luogo e alla carica rappresentata. Perchè mai tutto questo nervosismo se ha la Verità in mano?
Come dichiarato nella seduta di ieri a dare fastidio sono state le parole dell’ex Sindaco Marzio Bresciani, che in TV avrebbe dichiarato che, se ci fosse stato lui, i lavori per la realizzazione del depuratore sarebbero già partiti e che comunque non sarebbe entrato nel merito delle scelte compiute dall’attuale amministrazione, ribadendo il concetto che ognuno è responsabile delle proprie scelte.
D’altronde un Sindaco esperto (e Coppola il Sindaco lo sa fare) non dovrebbe sapere di essere facile bersaglio oggetto di molteplici critiche? Possiamo mai immaginare che le poche parole di Bresciani lo abbiano ferito tanto da reagire così? Non capiamo come mai un Sindaco che ha la Verità tra le mani non si faccia scivolare addosso come acqua le critiche di chicchessia.
L’unica cosa che ci rende ancora speranzosi sulla buona riuscita dell’impianto di depurazione è che Nicolò Coppola, sempre nella stessa seduta di ieri ha dichiarato: “…io su questo progetto mi ci gioco la testa…”

Tra toni alti e richiami del Presidente del Consiglio crediamo di aver sentito che l’eventuale fallimento sul depuratore provocherebbe le spontanee dimissioni del Sindaco.

Sappiamo adesso che la Verità è nelle sue mani… per cui… per dirla alla Renzi #Nicolastaisereno.

Castellolibero

Pin It on Pinterest