fbpx

Anche a Castellammare aumenta la spesa pubblica.

A Natale, si sa, siamo tutti più buoni… e tra le buone azioni della nostra amministrazione, come non sottolineare l’aumento del 50% della retribuzione di posizione al Segretario Generale dott.ssa  Rita Antonella Lanzalaco?! Una buona azione, non c’è dubbio! Se non altro nei confronti della dott.ssa Lanzalaco. L’aumento, che peserà sulle casse comunali per ben 11.000 euro annui, cifra che sfiora i 15.000 euro compresi oneri previdenziali e fiscali, è pienamente nelle facoltà dell’Amministrazione Comunale, ma solo dal punto di vista amministrativo. Non sempre agire nei limiti della legge vuol dire operare da buona Amministrazione: il concetto di legalità in senso lato ricomprende anche il concetto di equità. Non si possono chiedere sacrifici ai contribuenti c/maresi, il famoso “panettone amaro per tutti” per citare testualmente le parole del Primo Cittadino, per poi stanziare un aumento di tale entità ad un dirigente comunale.

Insomma, il Sindaco e l’Amministrazione, più che agire con senso di responsabilità e solidarietà, così come piace ripetere allo stesso Coppola, si stanno comportando come dei novelli Robin Hood; con la differenza che tolgono ai poveri per dare ai ricchi, al contrario di quello che faceva l’eroe di Sherwood.

In questo momento di crisi economica, per i cittadini che faticano ad arrivare a fine mese e soffrono gravemente l’aumento delle tasse, per quei cittadini ormai costretti a vivere in macchina o a cercare aiuto alla Caritas (per citare lo stesso Sindaco) è veramente uno schiaffo in faccia dover assistere al continuo aumento dei costi della spesa pubblica.

Sicuramente quello del Segretario Generale di un Comune è un compito e un ruolo di grande responsabilità, ma era realmente necessario optare per un aumento dell’indennità visto che si sarebbe potuto affidare l’incarico sulla trasparenza o legalità degli atti amministrativi anche ad altri funzionari a titolo gratuito? Ed era necessario, potendo scegliere, un incremento in un range che andava dal 10% fino ad un massimo del 50% aver deciso per il massimo?

Giusto per completezza di dati, segnaliamo che lo stipendio della Dott.ssa Lanzalaco, Segretario Generale, assunta da questo Comune nell’ottobre scorso, consisteva già in 5.027€ netti mensili, a cui andranno ora ad aggiungersi altri 850 euro circa mensili. Complessivamente si tratta di un compenso annuo di oltre 75.000 euro circa! Senza considerare gli emolumenti spettanti al Segretario Generale per i diritti di rogito dei contratti dell’Ente Comune. Una sola persona che pesa sulle spalle del Comune di Castellammare per quasi 100.000 euro all’anno!

Evidentemente durante queste festività natalizie il panettone è stato amaro per molti ma non per tutti…. per alcuni è stato molto dolce.

Speriamo adesso di non trovare ulteriori sorprese nell’uovo di Pasqua!!!

Pin It on Pinterest